LiveTicket Point facebook X (Twitter) Instagram Live in Italia 18app e Carta del Docente
|ITA|ENG|DEU
Get help

Biglietti per EVOÈ!TEATRO

Compagnia Teatro Rovereto

Show less
evoè!
Compagnia Teatro Rovereto








EMOZIONE VISIONE ORIZZONTE ESSENZA
Promozione e diffusione del teatro contemporaneo
e nuove drammaturgie in tutta Italia

"La società è come uno specchio andato in frantumi, ogni scheggia rappresenta una parte di noi che cadendo a terra ha preso una sua identità autonoma, definita, legata all'originale solo attraverso un algoritmo, gestito da una mente alveare che divide et impera sulle singole parti della nostra stessa identità. Il Grande Fratello si è evoluto, è passato all'azione e dopo la disgregazione dei rapporti umani, ora punta alla disgregazione delle nostre anime"
Emanuele Cerra - direttore artistico di Evoè!Teatro



Dalla sua fondazione nel 2011 il gruppo si occupa dei nuovi linguaggi della scena contemporanea e nuove drammaturgie di autori viventi. Evoè! in origine rappresenta l'urlo delle baccanti, che liberavano la loro energia distruttiva al culmine del rito dionisiaco. È un atto di rivolta, liberatorio ma al tempo stesso doloroso, un' espulsione dal corpo di una parte di sé, una parte tossica e corruttrice alla quale noi stessi ci siamo sottomessi credendola salubre. Rifacendosi al mito dalle baccanti, il centro della ricerca è la disgregazione: lo sparagmos sociale che prende spunto dalla pratica attraverso la quale le donne di Bacco smembravano l'uomo al culmine del rito orgiastico per poi seppellirne gli arti ai quattro angoli del mondo.  La nostra poetica riflette una commedia oscura, cinica, "nera", la risata è amara, il pianto ridicolo: se ridi, ridi della tua stessa goffaggine, ma non c'è compassione per i vinti sono vinti e basta e tu sei al massimo puoi indignarti o esserne il carnefice.

Proponiamo un teatro mai consolante, sempre sulla corda, che chiede allo spettatore una presenza attiva, una sua quota interpretativa. Rappresentiamo la società, con un'accezione cruda, così com'è, senza filtri romantici e senza passato né futuro. La società dell'adesso, che rifiutiamo nelle nostre menti ma viviamo sui nostri corpi, nelle nostre notti insonni, nei nostri sguardi stanchi, nella vaga speranza di tempi migliori e dalla quale spesso la nostra mente fugge. Un'estetica spesso disturbante agli occhi dello spettatore ed amorale: spetta al pubblico costruire un mondo diverso se lo vuole, migliore o peggiore in base a ciò che la rappresentazione risveglia in sé, sarà lui stesso a mettere in atto un processo consolatorio se vuole, a noi spetta la testimonianza del nostro tempo.


Info

evoè! Compagnia Teatro Rovereto

Compagnia Teatro Rovereto

info@compagniateatroe.it

info@evoeteatro.it


Ufficio | Laboratorio
Via G.Modena,  21
38065 Mori (TN)

Bonus Cultura - 18app e carta docente
Con liveticket i possessori del BONUS CULTURA, possono acquistare i biglietti scegliendo la tariffa riservata 18app e Carta Docente
Page link copied to clipboards
Show all
Show less
Events
Select an event
In treno con Segantini
28/06/24 - 29/06/24
Lo spettacolo "In Treno con Segantini" esplora la vita e l'arte di Giovanni Segantini attraverso paesaggi ispiratori e momenti cruciali, arricchito da un intervento critico di Alessandra Tiddia del Mart. Alla fine dello spettacolo sarà offerta una degustazione di vino a tutti i partecipanti dalla cantina La Cadalora.
I Pitochi
05/07/24 - 06/07/24
Lo spettacolo unisce poesia, musica dal vivo e racconti della campagna veneta, offrendo un quadro emozionante degli ultimi settanta/ottant'anni, creando connessione tra passato e futuro con nostalgia e speranza. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina Mori Colli Zugna.
Vespro della beata vergine
12/07/24 - 13/07/24
Nello spettacolo, un padre recupera la salma del figlio suicida e cerca di comprendere il loro rapporto tramite una telefonata immaginaria. L'attore Dario Natale trasforma volgarità in tenerezza. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina Mori Colli Zugna.
Lear e il suo matto
19/07/24 - 20/07/24
"Lear e il suo matto" propone un mondo di contrasti tra alto e basso, comico e tragico, in una baracca di burattini. Walter Broggini e Luca Radaelli creano un Lear popolare e farsesco. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina Bossi Fedrigotti.
Porn up comedy
26/07/24 - 27/07/24
Le Porn Up girls raccontano, con comicità e senza inibizioni, le loro vite e relazioni moderne. Cinque storie femminili di nevrosi e solitudini, ispirate alla stand-up comedy, riflettono la nostalgia delle chat room e MTV. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina La Cadalora.
Madri di Guerra
02/08/24 - 03/08/24
"Madri di Guerra" celebra il legame madre-figlia, la forza delle donne e riflette su guerre, verità e fragilità umane, ispirandosi alla vita di Maria Grazia Cutuli per trasmettere speranza e autenticità. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina La Cadalora.
La più grande tragedia dell'umantià
09/08/24 - 10/08/24
In “La più grande tragedia dell’umanità", il pubblico vota tra tragedie, esplorando la spettacolarizzazione del dolore e la rappresentabilità del tragico nei media, stimolando una riflessione critica sulla società. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina Bossi Fedrigotti.
Open Mic Farm
23/08/24 - 24/08/24
Gli animali della fattoria del Signor Jones hanno creato un nuovo governo, La Fattoria degli Animali, guidato dai maiali. Open Mic Farm rappresenta due politici in campagna elettorale, manipolando l’attenzione e mediati da un conduttore televisivo. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina Mori Colli Zugna.
Le verità di Medea
30/08/24 - 31/08/24
La riscrittura del mito di Medea, ispirata a Euripide e ad altri autori, vede Anna Maria De Luca tratteggiare il personaggio di Medea, rivendicando il ruolo determinante di artefice delle fortune di Giasone. La pièce denuncia le logiche maschiliste della società, accusando il patriarcato. Alla fine dello spettacolo sarà offerto un bicchiere di vino a tutti i partecipanti dalla cantina Mori Colli Zugna.
LiveTicket