LiveTicket Point facebook Twitter Instagram Live in Italia 18app e Carta del Docente
Accedi|Registrati ITA|ENG
Assistenza
Home / AMICI DELLA MUSICA ARCANGELO SPERANZA TARANTO / FRANCESCO LIBETTA & GALIMBERTI

FRANCESCO LIBETTA, pianoforte GIULIO GALIMBERTI, pianoforte e danza

Biglietti FRANCESCO LIBETTA & GALIMBERTI
Concerti  |  Taranto (TA)  |  Museo Diocesano  |  14/06/19 - 21.00
venerdì 14 giugno 2019 ore 21.00
Taranto (TA)
Museo Diocesano


FRANCESCO LIBETTA, pianoforte
GIULIO GALIMBERTI, pianoforte e danza


Un concerto pianistico dove però lo strumento prende varie direzioni. La tecnologia lo spinge sulle sonorità nuove, il lato visuale si sviluppa nella danza vera e propria, aleggia la presenza della letteratura, delle arti visive, del concettualismo. Il poeta del pianoforte per eccellenza, il compositore più legato allo strumento, è unanimemente considerato Fryderyk Chopin. Poco più che ventenne pubblicò i suoi Studi, che spingevano gli strumenti dell’epoca al massimo delle loro potenzialità fisiche di velocità e dinamica. Circa mezzo secolo dopo Chopin, Leopold Godowsky riscrisse molta della musica virtuosistica del repertorio scritto negli anni precedenti, per dimostrare in piena epoca di fiducia nel progresso quali fossero le nuove frontiere raggiunte dai recenti strumenti, che avevano l’interno rinforzato dalla presenza del telaio in ghisa, un maggior numero di corde, e una maggiore dimensione. Oggi il pianoforte si avvale di una ulteriore estensione: la tecnologia elettronica. La microfonazione e la relazione con il computer permette nuovi volumi, dislocazioni sonore, combinazioni di timbri e sovrapposizioni. La nuova tecnologia ha reso possibile una “terza generazione” di studi sui capolavori di Chopin, azioni virtuosistiche leggibili su più livelli. E tenta alla combinazione di linguaggi diversi, da sempre nell’interesse dei compositori più innovativi. Delle due Sonate di Scarlatti, scritte per clavicembalo, la prima si avvicina straordinariamente alle sonorità pianistiche ancora all’orizzonte (Scarlatti conobbe sicuramente qualcuno dei primi pianoforti dell’epoca); la seconda ci ricorda che l’esecuzione musicale ha qualcosa di affine al gioco vero e proprio. I numerosi, stranissimi salti richiedono alla mano e al braccio di raggiungere tasti lontanissimi tra loro con gesti che è facilissimo sbagliare. Come per la musica pianistica che Godowsky (con Ravel, Prokofiev e altri) ha scritto per una mano sola, e anche per la sua musica a quattro mani, a volte il senso di una “azione pianistica” fa parte del più generale senso musicale. Al contrario, Satie rende così astratto il suo concetto di musica, che teorizza la “musique d’ameublement”, la musica che non va ascoltata, e tantomeno guardata o danzata; la musica diventa un sottofondo, una tappezzeria sonora all’ambiente. Scrisse anche danze (la Gymnopedie è una “falsa” danza, ma le brevissime danze da salotto, Quadriglie e Polke, sono per un lavoro teatrale), e naturalmente balletti (il mitico Parade, per il quale Picasso dipinse il celebre sipario). Vittorio Montalti ha previsto nel suo brano per pianoforte ed elettronica una presenza coreutica. È presente, registrata, anche la parola (versi, di Keats, sulla musica), in una combinazione parallela di linguaggi indipendenti, astratti. Un preludio a quella che sarà, di lì a poco, la wagneriana “opera d’arte totale” è la raccolta di brani che Liszt pubblica come un diario di viaggio in Italia, scrivendo una rievocazione delle danze e delle canzoni napoletane, e su un sonetto di Petrarca (I’ vidi in terra angelici costumi / et celesti bellezze al mondo sole). Al contrario di Chopin, che mai cedette alla tentazione di un titolo che si riferisse a qualcosa di pittoresco (i suoi Notturni sono studî di sonorità e riverberazioni). La vertiginosa varietà di atteggiamenti e di soluzioni estetiche ci ricorda che la vita consiste nel movimento, nella mutevolezza della combinazione delle idee e dei materiali, e che solo in questo naturale esercizio e in questa sua danza la mente trova il benessere di un pensiero funzionale e sano.

programma:

D. Scarlatti
Sonata in si minore K. 96
Sonata in La Maggiore K. 113F.

Chopin
Étude Op. 10 n. 3

L. Godowsky
Studi sugli Studi di Chopin:
Op. 25 n. 1, III versione
Op. 10 n. 9, I versione
Op. 10 n. 12

F. Libetta
Studi sugli Studi di Godowsky sugli Studi di Chopin
Preludio acusmatico (il Rituale)
Studio Op. 10 n. 1 (Gli Armonici)
Studio Op. 10 n. 2 (Le Scale)
Studio per il Metodo di Moscheles & Fétis n. 2 (Le Polifonie)
Badinage (Op. 10 n. 5 & Op. 25 n. 9 combinati)

F. Liszt
da Années de Pèlerinage
-Sonetto del Petrarca CXXIII
-Canzone e Tarantella

E. Satie
Gymnopédie I
da Le Piège de Méduse
-Quadrille
-Mazurka
-Polka
-Quadrille

L. Godowsky
da Miniatures
-Arabian chant (Orientale)
-Humoresque
-Barcarolle

F. Chopin
Nocturne Op. 27 n. 2

V. Montalti
Tell me a story

Ha suonato per gliAmici della Musica di Taranto:
-59ª Stagione Concertistica, Teatro Orfeo, 14 gennaio 2003;
-62ª Stagione Concertistica, con Emanuele Arciuli, Teatro Orfeo, 3 aprile 2006;
-8° Giovanni Paisiello Festival, Auditorium Tatà, 22 novembre 2010
-41°e 45° Concorso Pianistico Internazionale “A-Speranza”


Bonus Cultura - 18app e carta docente

Con liveticket i possessori del BONUS CULTURA, possono acquistare i biglietti scegliendo la tariffa riservata 18app e Carta Docente
SHOW EVENTS BY
ACQUAFANTASY ACQUAPARK ACQUAZZURRA METAPONTOBIGLIETTI PER RAFTING EXTREME WAVES VAL DI SOLE TRENTINO BLOOMING FESTIVAL
ELEV8 BASKET CITY KINGSFESTIVAL FANO JAZZ BY THE SEAFESTIVAL MIRABILIAMONET. RITORNO IN RIVIERA
OLTRE LIRICA MUSIC FESTIVALPOLE DANCE VIRTUDE COMPETITIONSUCI MOUNTAIN BIKE WORLD CUP VAL DI SOLE URBINO JAZZ
CINEMA COTTON MOVIECINEMA TEATRO CAPITAN BOVOAFROBARAFROBAR CATANIA
AMICI DELLA MUSICA FOLIGNOANFITEATRO ROMANOATRIO SAN FRANCESCOAUDITORIUM BALESTRIERI
AUDITORIUM JOSEPH HAYDNAUDITORIUM SAN DOMENICOAZZURRA PISCINE E ACQUAPARKBANKSY - THE SHOW MUST GO ON
BUSTER ASSOCIAZIONECASA DELLA MUSICACASA MICHAEL PACHERCINEMA AMBASCIATORI
CINEMA AMBROSIOCINEMA AZZURRO ANCONACINEMA AZZURRO ANCONACINEMA CAPITOL MULTISALA
CINEMA ITALIA CASTENASOCINEMA METROPOLIS UMBERTIDECINEMA METROPOLIS UMBERTIDECINEMA NUOVO ROMA
CINEMA SALA FARINACINEMA TEATRO ANTONIANOCINEMA TEATRO ELIOS CARMAGNOLACINEMA TEATRO LUX CAMISANO VICENTINO
CINEMA TEATRO NUOVOCINEMA TEATRO TIBERIOCINEMA TEATRO TIBERIOCITTÀ DELLA DOMENICA
COLORS LATIN FESTCOMPAGNIA DELLE MO.RECOMPAGNIA NEVERLANDCOMPAY SEGUNDO
CORINALDO JAZZDISCOTECA PARADISE BISSÒDREAMUSIC SUMMER FESTFANO JAZZ
FAT FAT FAT FESTIVAL 2019FESTIVAL ANIMAVÌFORUM BRIXENGRANCIA DI SARROCCIANO
GREENWICH D'ESSAI CAGLIARIHOTEL SHERATONINTO THE WOOD FESTIVALJAZZ ON THE ROAD
KURHAUSLA CAPANNINA DI FRANCESCHILA CAPANNINA DI FRANCESCHIMACI VILLA FARAVELLI
MONASTERO SANTA CHIARA URBINOMOSTRA CRONOMANIAMOSTRA PADRE E FIGLIOMOSTRE A SENIGALLIA
MOVING ADVENTURES MEDIEN GMBHMULTISALA CORSOMUSEO ARCH. NAZION. DI VOLCEIMUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI VOLCEI "MARCELLO GIGANTE"
MUSEO ROMETTI UMBERTIDENOVOTEL BOLOGNA FIERANUOVO CINEMA TEATRO DIVINA PROVVIDENZANUOVO CINEMA TEATRO DIVINA PROVVIDENZA PORTO POTENZA PICENA
ORATORIO DEL CROCEFISSOORFEO MULTISALA - SALA ROSSAPALAZZETTO BAVIERA SENIGALLIAPALAZZO DEL DUCA SENIGALLIA
PARCO DI PINOCCHIO - FONDAZIONE COLLODIPIAZZA CASTELLOPIAZZA TEBALDO BRUSATOPIAZZA VITTORIO EMANUELE II
PIAZZALE SCOGLI ROSSIPOSTMODERNISSIMO PERUGIAPOSTMODERNISSIMO SALA DONATIPOSTMODERNISSIMO SALA VISCONTI
RED VALLEY FESTIVALROCCA MALATESTIANASALA MONS. FARINASAN COSTANZO SHOW
SOCIETÀ DEI CONCERTI PARMASUBALCUNEOTEATRI DI PIETRA LAZIOTEATRI DI PIETRA SICILIA
TEATRI DI PIETRA TOSCANATEATRO ALFATEATRO CLITUNNOTEATRO DEI PUPI
TEATRO DEI PUPI SIRACUSATEATRO ROMANOTEATRO STIMATETEATRO VERDI SAN VINCENZO
THEAMA TEATROTUTTO DA RIDEREURBINO INCOMINGVILLA CORDELLINA
VILLA PODEROSAYPSIGROCK FESTIVAL 2019FANO TEATROPOSTMODERNISSIMO CINEMA PERUGIA
18app e Carta del Docente
No secondary ticketing!
Biglietteria per Sport
Biglietteria digitale smaterializzata
LiveTicket